SALE LA MALIA

30 Nov

Dalla lebbra
di figure residuali,
e in erosione,
– impronte fluttuanti
delle pietre
in cammino disorganico-
sale la malia
di un remoto racconto
d’ inverno,
mentre dal centro focale
dilaga fuoco di sterpaglia,
smembramento
in aura vegetale
del dolore clinico.

Annunci

4 Risposte to “SALE LA MALIA”

  1. gh7 novembre 30, 2006 a 1:17 pm #

    2 accenti per ogni verso. Potentissima, notevole objet d’art.

  2. MariaStrofa dicembre 1, 2006 a 3:06 pm #

    “sale la malia
    di un remoto racconto
    d’ inverno,”

    Shakespeare

    “mentre dal centro focale
    dilaga fuoco di sterpaglia,”

    in fire!

  3. lear56 dicembre 1, 2006 a 6:00 pm #

    Bella anche questa (HIMO)
    Lear

  4. corvonotturno dicembre 4, 2006 a 11:44 am #

    ricordo quel dolore clinico, chirurgico, cinico, apparentemente senza senso, mentre creava il miracolo della mia esistenza

    un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: