Archivio | febbraio, 2007

NELLE VERTIGINI ZOPPE

26 Feb

Donna rampicante
in scandaglio precario
nelle vertigini zoppe
del movimento di sangue
di vena giugulare.
in flavescenza dorata
rumino piaceri insipidi
spogliati di ogni tensione,
malerba di un’anima di cera.

Flavescenza dorata= infezione della vite provocata da microorganismi
Uso "flavescenza dorata" perchè mi piace,
 uso questa espressione in senso metaforico, e non letterale
 indica in questo testo una sorta di malattia parassitaria
che mi impedisce malignamente di provare vera spinta vitale……:-)

DI FILI D’ORO E DI BAVA

22 Feb

Nell’agitazione
– parossistica-
dei piccoli untori,
nella tara di una qualche
forma di malinteso,
ecco la staffilata di fuoco
della sottile arte
della deprecazione,
per me,
negromante sofista
di fili d’oro e di bava,
nel pelago di acque indocili,
in tempo arenato.

14 Feb

Immagine 028

A FAR SI’ CHE LA PESTE NON ENTRI

10 Feb

Nell’oscillare, minaccioso,
delle architetture,
nel vischioso amalgama
del terreno
con le sue pietre molli,
intono una trenodia
per la mortalità,
fino ai punti fosforici
di alto livello…
Lamentazione per te,
grande petalo purpureo
leso dal metallo liquido
che schiuma e sporula,
tra pulegge invisibili.
Lamentazione ed epicedio per te
– simbolo sull’ architrave
della mia porta a far sì
che la peste non entri –
ora tra i favolosi fantasmi
dei monti,
dove abbiamo dovuto incontrarci.

COLLISIONE E ESTASI

6 Feb

Mentre il plasma
si condensa in gocce,
mi ingrommo
( nella felicità allucinata
del frammento)
nell’ estasi termodinamica
di passioni ossidriche,
collidendo
– tra sprazzi subliminali
di me stessa-
contro una nuda,
e tenera,
gola bianca.

L’ INSOSTENIBILE PUPILLA

1 Feb

Nei freddi sbrani di azzurro
della implacata luce del giorno,
nel tempo bianco
dell’era glaciale,
sono soma greve, eterna,
prono scheltro.
Il destino mi folgora
– davanti all’insostenibile pupilla-
nel singhiozzo postremo
delle viscere,
nella perfettibile macerazione,
tra le schegge
delle torri senza nome.