Archivio | marzo, 2007

A EMANARE VAMPE

26 Mar

Sulla dirittura geometrica
delle traiettorie
– obiettivo
il segmento breve-
ecco i virtuosismi palabratici
nel parallelepipedo di metallo,
gola di drago
a emanare vampe
per cantare le assolute assenze,
a smuovere – alfin -l’essenza
in sfibrato rantolo.

Annunci

NEL CASTO BIANCORE

19 Mar

Nel casto biancore
dei sogni eradicatori,
nell’ effrazione
di una realtà macroscopica
– e monca-
( realtà messa a bagno
in una soluzione di acidi,
e smossa dalle misteriose
sorgenti galvaniche)
mi rigetto nel giacimento
di anime,
nel mondo calcareo
delle caverne.

PER LA MIA PROPENSIONE

12 Mar

Tra letargia e furia
( animale
colpito da lance
che trema in un angolo)
getto le basi,
collego i punti,
mentre il panico mi tocca
alla base della spina dorsale
come le dita di uno straniero,
per la mia propensione
a spezzarmi nel vento.

SOTTO LA LINEA

5 Mar

Gettata alla solitudine
– come i grani
di una semenza sconosciuta-
incrostata
– come le iscrizioni
degli imperi primitivi
nelle gole dei fiumi –
sono sintagma
nelle latomie
di pensieri palindromi,
scivolata nell’anno zero,
sotto la linea delle ascisse.

PS:
"sono sintagma
nelle latomie
di pensieri palindromi"
sono dei versi che a mio giudizio " suonano bene"
ma hanno pure un significato, li ho utilizzati
per significare che:
" sono una struttura sintattica alla ricerca del mio proprio senso
all’interno di "prigioni"
prigioni di pensieri che si presentano come giochi linguistici con un che di enigmatico
e pure di bifronte"
Come vedete le poesie sono metaforiche,
anche se pure di difficile lettura,
altrimenti sarebbero "prosa", o no ? 🙂