Archivio | aprile, 2007

L’ANNOTTATA MATERIA

27 Apr

Lanzichenecca
del vibrione
– e grassatrice
delle parole incatramate-
reitero l’incensamento
dell’annottata materia
– e della luce malata –
in forra profonda
di ombra e di minaccia
feticcio degli antipodi,
nuda senza seduzione.

Annunci

DELLE AFFETTIVE CIRCONVOLUZIONI

23 Apr

Nei reticoli di sfaldamento,
nei movimenti cuniculari
ben addentro al polipaio
dei fonemi tronchi,
ecco le rune viola
– e rosse-
flebotomi
delle affettive circonvoluzioni,
laceranti stranguglioni
senza musica alcuna
di organi interni.

MI CHIUDO IN ISMANIA

16 Apr

Imperturbabile all’apparenza
come di mollusco il mitilo
(fissata dunque
a sommersi corpi)
nella gialla luce
dei fuochi di guardia
del supplizio iperbolico
– o del ristagno
nello zero concettuale –
mi chiudo in ismania
( chissà in quale landa
della terra degli ottentotti)
nella strettura di corpi
– e degli essudati-
credendo in ciò
che abita queste sponde,
esattamente fino all’atomo.

IN CERCA DELL’ABERRAZIONE

10 Apr

Con irrimedibile
– e torta-
disgiunzione della postura
davanti ad una stazione
della via crucis
( mio preferito tropo)
mi muovo,
nel rotatorio impulso
impresso da una mola,
in cerca della aberrazione
della luce.

AVENDO COME LACERATO

2 Apr

Ad un passo e mezzo
al di qua del sogno
– avendo come lacerato
una membrana –
sono in vertiginosa mutazione
nel sito della stella.
Con concentrata pazienza
da sala autoptica
– e schermata
dalle radiazioni letali –
cedo al mio inflettermi,
con slancio ortogonale.

Roberto R. Corsi

Di poesia e di letteratura, dal 2006. Se continua così, il contatore accessi giornalieri va in negativo, ma fa lo stesso.

Alimede

Poesia, Filosofia, Arte, Spiritualità

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Trame tizianatius

"Dell'insensato gioco di scrivere" o del suo male

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Dopo essere stati stampati, i libri dovrebbero essere messi davanti alle scuole, in quelle piccole casette di legno con le porticine anti pioggia, e i bambini e le bambine dovrebbero avere libero accesso a tutte le copie che vogliono.