Archivio | ottobre, 2007

AH; LA FURIA, LA FURIA

15 Ott

Come geco
dagli occhi di pietra
( ma la furia ,
oh, la furia
la furia contra la tramatura
è iconoclasta,
e quella rimane)
strenua batto chiodi
sopra quella maschera mortuaria
che è sulle colline nei pressi,
e colgo intanto
i nessi immobili
tra il deserto e il delitto.
Ma non ho la testa esatta
per l’esilio
dell’ / dall’immanenza divina
e allora
( malacarne inchiavardata
al cedimento )
semplice scarafaggio,
scarafaggio muschiato mi faccio,
e nel solito stolido
ingranaggio dentato
lenta mi refluo.
Permetterò a qualche straniero
di sezionare geometricamente
il cuore – mio- di basalto:
da quella buca cava
inizierò a prendere dimestichezza
con quell’altra, opaca
-e trafitta –
mappa celeste.

Annunci

MENTRE I CIELI SI VOLGONO

5 Ott

Nella moria di un mondo
a esponenziale enne
son paleontologa dei fondali
tra i protozoi più remoti
( spiraliformi
nummuliti calcarei
la sfera a marcare),
in una mescola di polvere
di sintetico di vuoto,
nell’esatta geografia
della linea di displuvio,
mentre i cieli si volgono.

Trame tizianatius

Dell'"insensato gioco di scrivere" o del suo male

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

LA PRESENZA DI ÈRATO

La presenza di Èrato vuole essere la palestra della poesia e della critica della poesia operata sul campo, un libero e democratico agone delle idee, il luogo del confronto dei gusti e delle posizioni senza alcuna preclusione verso nessuna petizione di poetica e di poesia.

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Amare o parlare d'amore. Solo una cosa ti sarà concessa.