Archivio | novembre, 2007

NEL PAESE DI URLO

19 Nov

Davanti a lei sola
quel vuoto perfetto si aprì,
si aprì quel dolore
come un pianto nei lombi,
onde elettromagnetiche
i tentacoli di sangue,
sull’orlo
della parola dissossata.
Si affoca- la vergine suicida-
tra i fuochi fatui
del leviatano,
di quel dio esausto.
E intanto la morta
 nave dei pellegrini
va, va,
a smascherare
– debole e prolissa
nota in calce –
delle cose
l’ordine glaciale,
nel paese di Urlo / dell’urlo.

Annunci