Archivio | aprile, 2008

PER FERMARE L’ANIMA

14 Apr

L’analfabetica memoria
della sofferenza patita
era sempre lì lì per crepitare,
tra i colpi e gli avvertimenti.
“Egli sarà come un tamerisco nella steppa”
– era stato scritto, e detto-
E forse era stato davvero così,
ma si era trattato
di un seminatore di marcio,
e puramente esequiale,
e dell’Unzione la pietra.
E ora lei
– in stretta divinazione
con la sua stessa morte-
poteva ostentare come stimmate
il nudo nitore del Fatto,
per fermare forse l’anima con una morsa
qualora essa andasse alla deriva
lungi dal corpo,
un nome estratto da un’urna,
e pure lei la sola Reliquia morta.

Annunci
Trame tizianatius

Dell'"insensato gioco di scrivere" o del suo male

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

LA PRESENZA DI ÈRATO

La presenza di Èrato vuole essere la palestra della poesia e della critica della poesia operata sul campo, un libero e democratico agone delle idee, il luogo del confronto dei gusti e delle posizioni senza alcuna preclusione verso nessuna petizione di poetica e di poesia.

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Amare o parlare d'amore. Solo una cosa ti sarà concessa.