Archivio | luglio, 2008

TOTALE EROSO ABBRUCIO

9 Lug

Sculta poi
dal rasoio di Occam
la storia era dunque parca nello stame,
ruggini a oscurare quel logos
cuna della dissertazione tutta.
E nel tempo dell’estraneamento,
( anacoreta senza confessione
nel reliquario nero)
con una misteriosa
energia sua divozionale
– e pure coi terminali segni
del Morbo al suo exitu-
lei era poi lì,
in una sua diaspora all’incontrario,
diventata anch’essa
l’argo dai cento occhi:
e sempre in esercizio,
della morte a snominare
quel poderoso discalzamento
della matrice intera,
ma senza grido vittimale alcuno,
in quel totale eroso abbrucio.

Annunci
Trame tizianatius

Dell'"insensato gioco di scrivere" o del suo male

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

LA PRESENZA DI ÈRATO

La presenza di Èrato vuole essere la palestra della poesia e della critica della poesia operata sul campo, un libero e democratico agone delle idee, il luogo del confronto dei gusti e delle posizioni senza alcuna preclusione verso nessuna petizione di poetica e di poesia.

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Amare o parlare d'amore. Solo una cosa ti sarà concessa.