Archivio | luglio, 2008

TOTALE EROSO ABBRUCIO

9 Lug

Sculta poi
dal rasoio di Occam
la storia era dunque parca nello stame,
ruggini a oscurare quel logos
cuna della dissertazione tutta.
E nel tempo dell’estraneamento,
( anacoreta senza confessione
nel reliquario nero)
con una misteriosa
energia sua divozionale
– e pure coi terminali segni
del Morbo al suo exitu-
lei era poi lì,
in una sua diaspora all’incontrario,
diventata anch’essa
l’argo dai cento occhi:
e sempre in esercizio,
della morte a snominare
quel poderoso discalzamento
della matrice intera,
ma senza grido vittimale alcuno,
in quel totale eroso abbrucio.

Annunci
Roberto R. Corsi

Di poesia e di letteratura, dal 2006. Se continua così, il contatore accessi giornalieri va in negativo, ma fa lo stesso.

Alimede

Poesia, Filosofia, Arte, Spiritualità

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Trame tizianatius

"Dell'insensato gioco di scrivere" o del suo male

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Dopo essere stati stampati, i libri dovrebbero essere messi davanti alle scuole, in quelle piccole casette di legno con le porticine anti pioggia, e i bambini e le bambine dovrebbero avere libero accesso a tutte le copie che vogliono.