E QUELLO SMEMBRAMENTO

29 Giu

Pennellate di azzurro
– come cielo traboccato-
sulla implacabile superficie…
e quello smembramento del dio…

Cadeva,
 una pioggia obliqua,
sui fiumi già diafani e gelidi,
dentro la notte febbrile,
solcata dalle vertebre.
e da certe particelle espletive
– di un colore da veleno.
E erano verminai di parole,
quei conciliaboli da naufraghi,
le cicatrici dei suoi stessi colpi…
Glielo avevano ostenso,
quell’esercizio della dissoluzione,
una diversione così profonda,
mutata in certi accessori da tragedia.
e la sola parte di verità sostanziale.
Nell’apocalittico oratorio
se ne restava contagiata,
da quei sacri brividi dell’esaltazione devota
– la spinta idrostatica
che teneva forse a galla,
in luoghi remoti prossimi all’inferno,
là ,nella lontananza- :
 e che il destino si limitasse a tenerli in serbo
– per catastrofi differenti
e differenti follie-
nell’intimità da vittima a boia,
nella vana  bellezza degli acrobati, dei martiri.

Annunci

4 Risposte to “E QUELLO SMEMBRAMENTO”

  1. Chapucer giugno 30, 2009 a 8:18 am #

    una bella sorsata di quel traboccamento azzurro di cielo….
    che estasi!

    Ciao Dom, ti aspetto….

  2. DOMACCIA luglio 1, 2009 a 10:20 am #

    vedo che questa “immagine” piace, ehh :-))

    un saluto caro, a presto, C:!

  3. guglielmo2 luglio 16, 2009 a 9:19 am #

    avverto nei tuoi versi una materia deflagrante e un nodo di pulsioni in conflitto, una forza ustionante e barbarica che sfuma continuamente dall’organico al metafisico, sostenuta dal frequente ricorso a un lessico ‘apocalittico’, che sembra evocare onde magmatiche e stringerle intorno a una tragedia millenaria, a un pozzo arcaico di sacrificio e rivelazione – sebbene quella urgenza drammatica sfumi nella grazia delll’immagine finale, gli acrobati e i martiri nella cui danza si concentra tutta la precarietà e l’effimero della condizione umana – guglielmo aprile

  4. DOMACCIA luglio 16, 2009 a 9:18 pm #

    Gentile guglielmo aprile, io penso davvero – leggendo il tuo commento – che la tua lettura sia stata tra le più “accurate/ acute( e forse pazienti)tra quelle che ho ricevuto . e non posso che essertene grata , e molto..grazie della lettura e di esserti fermato , un saluto..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: