E L’OMBRA NON SAREBBE STATA

21 Ago

" E l’ombra,
non sarebbe stata sola
– nuda e sguarnita-
a pronunciare la fatidica frase…"

Sembrava vivere – in lei-
come una superfetazione,
un organismo
che avesse a che fare con i sibili:
ne poteva assaporare la galvanizzazione sua acida,
 una  lamina di metallo flessibile,
dentro la inteleiatura d’ argento…
Andò a tastare, quella crepa
  …non sentiva, lei, il  risucchio?…
scavando una buca come l’animale cieco,
sbattevano le loro ali cupe- e lucide- i corvi tutti.
Ogni cosa era solo la perfetta imitazione,
-dei dannati-
e le strane madri dagli occhi duri di gaietto
la sua corteccia perforavano come corallo…
Cercò di raccogliere allora
le prove del delitto,
spietata- nel suo taglio verso il basso-:
quel precipitato delle ossa cave nei precipizi,
gli amori isterici e inevitabili
in un settembre di vento e ceneri.
Non le importava più,
di quello che le sarebbe successo,
voleva gettare qualcosa
– e che sanguinasse-
fin nel turpe occhio rigonfio del dio:
ci sono crimini troppo sottili,
per essere davvero perseguiti, si diceva.
( Mi hanno baciato sulla bocca…
– avrebbe forse raccontato poi,
come la gente che tocca la statua del santo-)

Annunci

2 Risposte to “E L’OMBRA NON SAREBBE STATA”

  1. Aleteia agosto 22, 2009 a 1:34 pm #

    la tua lettura mi inebria e mi trasporta in una dimensione che so ma che allo stesso tempo si trasforma.
    una storia inqueitante questa tua, una storia in cui precipitare in caduta libera e abbracciare ogni parola.
    M_

  2. DOMACCIA agosto 23, 2009 a 7:37 am #

    ma che “belle” affermazioni queste tue, cara M.!!:-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Roberto R. Corsi

Di poesia e di letteratura, dal 2006. Se continua così, il contatore accessi giornalieri va in negativo, ma fa lo stesso.

Alimede

Poesia, Filosofia, Arte, Spiritualità

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Trame tizianatius

"Dell'insensato gioco di scrivere" o del suo male

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Dopo essere stati stampati, i libri dovrebbero essere messi davanti alle scuole, in quelle piccole casette di legno con le porticine anti pioggia, e i bambini e le bambine dovrebbero avere libero accesso a tutte le copie che vogliono.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: