Archivio | agosto, 2010

UN UNICO CIELO

14 Ago

Ma  la carne le tremò:

come fosse uscita da una casa in fiamme

 l’accendeva un incendio lento e spettrale…

 

Nessuno si condoleva,

un unico cielo pallido

rimbombava tra le pareti cave

E concepì la stessa idea della devastazione,

– il suo terribile occhio nudo-

nessun angelo- allora-

che trattenesse il pugnale.

Quell’intera grande solitudine

le aveva messo affezione-

– nel reclusorio, tra gli sfermi-

e lei sapeva solo,.

che era sulla soglia.

Annunci
Trame tizianatius

Dell'"insensato gioco di scrivere" o del suo male

simonebocchetta

Qui all'ombra si sta bene (A. Camus, Opere, p. 1131)

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

LA PRESENZA DI ÈRATO

La presenza di Èrato vuole essere la palestra della poesia e della critica della poesia operata sul campo, un libero e democratico agone delle idee, il luogo del confronto dei gusti e delle posizioni senza alcuna preclusione verso nessuna petizione di poetica e di poesia.

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Amare o parlare d'amore. Solo una cosa ti sarà concessa.