Archivio | settembre, 2011

ERA FINITA LA BREVE FIORITURA

27 Set

Era finita la breve fioritura,
e era il culmine del giorno
sopra il riflesso della montagna in fiamme:
il suo vero significato,
il momento della resa…

Qui era l'infiammato punto.
la acqua ferma e il viluppo di radici,
quell'ombra del cappio
  (e l'aspirato ago,
i muti sarcolemmi nella gola).
Amante della distanza
nell'ultima tana si acceca,
pesa il tragico sogno
-nell'intrico delle deformità, in quell'icore.
Bramavano essi tutti di farsi inghiottire
da qualcosa più grande di loro,
per conoscere il cuore di questo spazio, di questo silenzio:
la reliquia sottile,
una tensione vitrea nel libro estremo,
tutta quella disnatura
( con la luna colore di sangue
che sorge nel deserto).

Annunci

link

16 Set

http://poetrydream.splinder.com/post/25552338/recensione-n-179

ALL’INNOMINABILE MARE, A QUEL CRUORE

6 Set

…Oh, potere mai sfuggire alle squadre dei demolitori,
all’angelo sterminatore.
a quella  ghigliottina…
( oh, l’ubicazione antica della forca!)…
 
 
Va fin verso quel deserto cuore
– della città della sabbia:
non tutti i mutanti sopravvivono,
all’innominabile mare-a quel cruore-
ai rossi minuti della notte
( alle schiere impeccabili dei  morti)
Dedica lei le sue mani
al rappreso sangue dell’anima feroce,
ma le sette poesie rimangono inchiodate ai muri,
solo rimane il nudo e tremendo campo,
incendi alimentati da quella glaciale brezza,
i corpi e i cuori deposti nel corso delle generazioni
-per nuovi tormenti,
– per i nuovi tormentati…
 

 

Roberto R. Corsi

Di poesia e di letteratura, dal 2006. Se continua così, il contatore accessi giornalieri va in negativo, ma fa lo stesso.

Alimede

Poesia, Filosofia, Arte, Spiritualità

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

Trame tizianatius

"Dell'insensato gioco di scrivere" o del suo male

Neobar

“Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli.” Pier Paolo Pasolini

vengodalmare

« Io sono un trasmettitore, irradio. Le mie opere sono le mie antenne » (Joseph Beuys)

Eric Weiskott

Associate Professor of English at Boston College

Poetarum Silva

- Nie wieder Zensur in der Kunst -

frank iodice

Dopo essere stati stampati, i libri dovrebbero essere messi davanti alle scuole, in quelle piccole casette di legno con le porticine anti pioggia, e i bambini e le bambine dovrebbero avere libero accesso a tutte le copie che vogliono.