SOTTO GLI OSSESSIVI CIELI IRIDATI-recensionedi AUGUSTO BENEMEGLIO (7)

26 Dic

7. Sotto gli ossessivi cieli iridati

La magia , l’incantazione , l’orrore e il sortilegio, l’attesa del regno di Cristo sulla terra prima del giudizio finale , non sono solo parole messe lì per costruire versi , ma visioni , immagini, fatti, avvenimenti di una mente che vede l’altrove , cose che non hanno nulla di vago , anzi indicano l’indissolubilità dell’efficacia di un preciso disegno poetico ,
che va facendosi sempre più maturo , convinto e stratificato in un’autrice come Dominque Villa ,che fa spesso uso, -come Poe,- della deformazione, dei contrasti, delle dissonanze, dell’ossimoro, con cui vengono messi a nudo tutti i principi di un montaggio non rettilineo. Con lei siamo costretti a vorticare nella circolarità di sensazioni e sentimenti che ci fanno sprofondare negli abissi della parola, che diventa in questo caso un gigantesco misterioso danzatore del cielo , come il drago dell’Apocalisse , che nel vasto infinito cosmo delle stelle e dei pianeti si contorce, fa piroette , aggredisce, spasima , e fa nascere la prima danza di fuoco e di smeraldi dell’universo . E dai suoi balzi prodigiosi , in una pura notte stellata , “sotto gli ossessivi cieli iridati”, ecco l’incomparabile terribile meraviglia della poesia.

Roma, 20 dicembre 2014 AUGUSTO BENEMEGLIO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: