LE COLLINE SEMBRAVANO

23 Set

Le colline sembravano ineluttabilmente velate
– da uno strato di sabbia-
in un ulteriore dimensione incontrollabile…

Col primo sole
(che suscita ombre azzurre come vene)
pareva esserci
un dilagamento nuovo:
viaggiatori di quei deserti immobilizzati
scoprivano- allora-realtà terribilmente materiali
come se andassero a vederli in quel loro marcitoio,
essi fiori miseri
che il sole sbiancava

– e in tutti quei loro letti inondati di acqua-
In quella luce il suo corpo affranto
( col viso rovesciato verso l’ombra)avrebbe destato pietà
come quello di un giustiziato:
in quell’ispezione quasi subacquea
( tra tendenze sofistiche
e errori di non causae
e di ignoratio elenchi)
ogni elemento le pareva
crudelmente ragionevole
-come fosse un qualche gesto
di agonia perfetta..

Annunci

2 Risposte to “LE COLLINE SEMBRAVANO”

  1. Villa Dominica Balbinot settembre 29, 2015 a 5:31 am #

    Ringrazio molto per la lettura e l’interessamento: Antonio De Simone-Internopoesia

    un saluto a voi

  2. Villa Dominica Balbinot ottobre 13, 2015 a 7:33 pm #

    un carissimo saluto affettuoso alla superlettrice Marina Raccanelli( e tanti auguri)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: