Archivio | anno 2005 RSS feed for this section

SUPREMO GRIDO

7 Lug

Cerniere di piombo
occludono
una bocca macerata
a cui precluso è il supremo grido.
Sospesa
tra l’anatema e l’estasi
srotolo
il mio spossessarmi
ai piedi di un Moloch sacrificale,
con le stimmate
della predestinata,
e cicatrici antiche.
Fonemi intraducibili
– pallide ombre
di una lunga
persecuzione perbene,
strascinata bava
di un’assenza –
si fanno parole del destino,
al cospetto
di demiurgo perverso.

Annunci

L’ANNOTTATA MATERIA

27 Apr

Lanzichenecca
del vibrione
– e grassatrice
delle parole incatramate-
reitero l’incensamento
dell’annottata materia
– e della luce malata –
in forra profonda
di ombra e di minaccia
feticcio degli antipodi,
nuda senza seduzione.